EU Granted Project

Modellazione, manipolazione e visualizzazione 3D di dati geologici e geotecnici

Short Title: GEO3D


Principal Investigator: Michela Mortara
Project Areas: Data, Content and Media

Year of start/end

2019 / 2023

PDGP CODE

DIT.AD004.091.001

Activity

Metodologie e tecniche d’ingagine:
Lo svolgimento del programma di attività partirà dall’individuazione di un caso studio rappresentativo, scelto e documentato dall’impresa partecipante, comprensivo di informazioni geotecniche e geofisiche precedentemente acquisite, processate ed interpretate. Su questa base, il programma sarà finalizzato alla definizione di un modello volumetrico 3D del sottosuolo e a sviluppare prototipi dimostrativi che implementino le nuove funzionalità di analisi e interpretazione dei dati offerte da questo tipo di rappresentazione.

Il programma di ricerca sarà articolato nelle seguenti macro attività:

- Studio dello stato dell’arte relativo alle moderne tecniche di visualizzazione e interazione con dati geologici/geofisici eterogenei e visualizzazione 3D

- Sperimentazione dei software utilizzati da RINA.

- Studio di metodologie per la realizzazione di modelli geologici 3D finalizzati alla rappresentazione morfologica e geofisica del sottosuolo.

- Studio e sviluppo tecniche metodi di visualizzazione ed esplorazione del modello tridimensionale del sottosuolo

- Validazione in una applicazione reale.  

Abstract:
Il progetto GEO3D: "Modellazione, manipolazione e visualizzazione 3D di dati geologici e geotecnici" si colloca nel contesto delle Tecnologie per gli Ambienti di Vita, proponendo un tema di ricerca e sviluppo professionale finalizzato all’innovazione nel settore della Sicurezza e Qualità della Vita nel Territorio. GEO3D mira alla definizione di nuovi strumenti digitali per la gestione e visualizzazione di dati geologici/geotecnici, fornendo un modello tridimensionale del volume di sottosuolo che consenta agli esperti di visualizzare e di analizzare la morfologia e le proprietà del sito di interesse.

La modellazione e visualizzazione 3D rappresenta oggi una concreta possibilità di innovazione nel settore, permettendo di interagire e analizzare i dati in modo molto più efficace e diretto. Oltre alla restituzione grafica, una modellazione pienamente volumetrica, che riflette e codifica la litostratigrafica del sito, potrà essere utilizzata anche per supportare simulazioni specifiche utili alla pianificazione di interventi, mitigazione dei rischi e al monitoraggio nel tempo di infrastrutture o dell’ambiente stesso.